Raccontare • acrosticiepoesia

Raccontare una piccola storia, in poche parole, e con iniziali ben precise.

Accanto a casa mia, viveva da diverso tempo uno strano vicino.

C’era sempre la luce accesa a casa sua, giorno e notte, tre tapparelle sempre su e tre sempre giù.

Così un giorno, preso da grande curiosità e senza aver caffè in casa, mi diressi verso la sua abitazione. Attesi.

Ormai certo non avrebbe più aperto, pronto a risalire le scale per tornare a casa con le pive nel sacco.

Non feci in tempo a girami che la porta si aprì, uno strano signore di età non precisa con panciotto e occhiali chiese:

Tu, vestito da sportivo anche se non lo sembri, che cosa vorresti da me?

Attaccai come al solito bottone con fare simpatico, chiedendo se aveva in casa un po’ di caffè, ma la mia simpatia non fu percepita.

Rispose bruscamente e seccato di non andarlo a disturbare per certe sciocchezze, soprattutto vestito così.

E mentre mi accorgevo della sua risposta mi chiuse la porta in faccia sbattendola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: