Il Concerto (racconto)

29 Settembre, data importante per tre motivi : 1) è il mio compleanno,  2) il concerto tanto aspettato, 3) finalmente insieme io e lui.
Oggi 28settembre…
Che bello, sono emozionatissima, finalmente il grande giorno è arrivato.
Valigia pronta, biglietti acquistati, albergo prenotato…non mi resta che partire.
(Squilla il telefono)
“Ciao Giulia”
“Ciao Andrea, sei pronto?”
“Ascolta Giulia. Devo dirti una cosa”
Quel tono di voce non mi piaceva per niente…
“Che succede Andrea?”
“Non posso partire stasera “
“Perché? Come mai?”
“Un mio collega di lavoro si è sentito male ed io devo sostituirlo, spero di raggiungerti domani sera per il concerto, ma stasera non posso partire”
“Era la nostra occasione, con la scusa del concerto potevamo stare insieme. Sei sicuro di poter venire domani sera?”
“Guarda Giulia, non voglio illuderti ma farò tutto il possibile”
“Noo, mi è passata la voglia. Avevamo organizzato tutto nei minimi dettagli, sono mesi che prepariamo, era tutto perfetto. E adesso mi abbandoni”
“Mi dispiace tantissimo, anch’io non vedevo l’ora di partire, ma purtroppo non posso rifiutarmi. Dai! Non ti preoccupare che domani sera sarò presente per il concerto e poi…è anche il tuo compleanno e non posso mancare. Ci sarò Giulia farò di tutto per esserci, te lo prometto “
“Ti aspetto”. “Aspettami, arriverò “
“Ok, allora Ciao, io vado, l’aereo non mi aspetta se ritardo. Ci sentiamo, un bacio”. “Un bacio a te, Giulia “.
Cavoli, questa non ci voleva. Sono passata dall”euforia alla tristezza in un attimo.
Adesso chiamo Ale per vedere se è pronta, spero che non mi abbandoni pure lei.
“Pronto Ale,  sei pronta?”
“Si, aspetto Sabry che passa a prendermi”
“Senti, per caso potete passare da me. Non mi va di andare all’aeroporto da sola”
“Come da sola? E Andrea?”
“Andrea deve lavorare, verrà domani sera per il concerto”
“Mi dispiace Giulia, so che ci tenevi tanto. Ma non preoccuparti non ti lasceremo sola. Anzi sai che ti dico? Stasera pigiama party, che ne dici?
” Dico che va bene, non mi va di dormire da sola in quel lettone”
“Ok, allora confermato. Tra un pò passiamo a prenderti. A dopo”.
“A dopo”.
Menomale che ci sono loro.
L’arrivo in albergo lo immaginavo diverso ma, grazie alle mie amiche, è stato lo stesso bello. Anche se ho dormito pochissimo, oggi mi sento in forma e super eccitata per stasera. Spero con tutto il cuore che Andrea arrivi, ancora non ci siamo sentiti, immagino, sarà impegnato col lavoro.E mentre lo penso ecco che squilla il telefono. ” Ciao Giulia, ho finito ora di lavorare. C’è un aereo tra mezz’ora,  ho il tempo di prendere la valigia e andare all’aeroporto, mi accetti lo stesso se non sono pulito e profumato?”. “Ahahah! Non preoccuparti farai la doccia in albergo e in caso la faremo insieme!”. “Wow! Non vedo l’ora”. “Anch’io non vedo l’ora, ti aspetterò impazientemente”…Sono le 16, l’aereo sta atterrando, appena vedo Andrea, corro subito ad abbracciarlo, un abbraccio infinito, di quelli stretti stretti che sembrano soffocarti e che invece ti danno la carica e poi un bacio insaziabile, come se non ci fosse un domani. “Dai basta! Andiamo in albergo a fare la doccia e poi continuiamo” Andrea accennò un sorriso malizioso e mi fece l’occhiolino. “Ok! Andiamo”. Arrivati in albergo, chiusa la porta, ci ritroviamo attaccati come calamite, le nostre labbra non potevano staccarsi. Man mano ci spogliavamo a vicenda e ci dirigevamo verso il bagno, rischiando di inciampare con i nostri stessi vestiti. Subito entrammo nella doccia e nemmeno il getto d’acqua fredda riuscì a staccarci e a calmare i nostri spiriti bollenti, anzi sentirla  scivolare addosso,  rendeva tutto più eccitante. Era la nostra prima doccia insieme, l’emozione era davvero tanta; l’odore della nostra pelle mischiata al bagnoschiuma, l’insaponarci a vicenda massaggiando e accarezzando ogni parte del corpo, ammirando ogni particolare: una piccola voglia, una cicatrice, i nostri nei,  senza tralasciare nessun pezzo e memorizzando ogni posizione, è stato il nostro primo scrutarci attenzionalmente e tutto ciò creò in noi una certa complicità. Senza nemmeno asciugarci, ci siamo buttati sul letto continuando il gioco iniziato, fino ad arrivare all’apice del nostro piacere.
Restammo fermi abbracciati, io su di un fianco e lui dietro di me e ci addormentammo. Fu lo squillare del telefono a svegliarci…”Giulia, ma che fine hai fatto?”. “Tranquilla,  sono in stanza con Andrea”. “Ah, ecco. Questo spiega la tua assenza, sono felice che sia arrivato. Io e Sabry ci dirigiamo al concerto, vogliamo sistemarci proprio sotto il palco. Ci vediamo lì ?”. ” Si! Il tempo che ci prepariamo e andiamo anche noi”. ” Bene, allora a dopo. Ciao”. ” Ciao “.
Chiudo la telefonata e vedo Andrea intento a cercare qualcosa dentro la valigia, sembrava disperato, tanto che ha buttato tutto a terra. “Ma che stai facendo?”.
” Cavolo, non lo trovavo!”. ” Cosa?”. “Ecco”…e mi porge un pacchetto. “Nella foga, mi sono dimenticato di farti gli auguri. Tanti auguri Giulia, sono felicissimo di essere qui con te. Spero che il regalo ti piaccia”. Emozionatissima, inizio a scartare. “Wow! È bellissima!”. Era una collanina con un ciondolo a forma di cuore, dove lui aveva fatto incidere le nostre iniziali, avevo quasi le lacrime agli occhi dalla felicità, tante emozioni in un giorno e ancora non era finita,…mi attendeva il concerto.
Ci prepariamo, indosso la collanina e andiamo. Assistere ad un concerto è sempre una grande emozione. Sentire la musica dal vivo che ti entra nelle ossa, che ti rimbomba nel cuore è una sensazione indescrivibile poi se insieme a te c’è il tuo lui, tutto è ampliato e più bello. Ho trascorso un compleanno davvero indimenticabile grazie ad Andrea che,
malgrado conoscesse a malapena il cantante, mi ha accompagnato lo stesso,  sorbendosi due ore di spettacolo, più l’attesa ❤

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: